Progettare il terrazzo: idee per sognare la primavera

L’inverno è il momento migliore per progettare l’allestimento del balcone e del giardino, pianificando quali piante scegliere per avere in primavera splendidi fiori e ricco fogliame.

L’inverno limita la vostra possibilità di dedicarvi al piacere del giardinaggio in terrazzo e balcone? E dunque, prendetevi il tempo di pensare e progettare, per preparare il balcone alla primavera. Pensare per tempo alle piante, vasi, attrezzi e arredi da acquistare consentirà di pianificare lo shopping anche in funzione del budget di spesa che volete rispettare.

Consigli per progettare bene
Indipendentemente dalla dimensione, esistono soluzioni intelligenti che ottimizzano lo spazio di balconi e terrazzi per renderli accoglienti e vivibili. Collocare piante, arredi e sistemi ombreggianti senza un disegno di massima può portare a uno spazio sfruttato in modo poco efficace oppure troppo esposto al sole o al vento, o che richiede un elevato grado di manutenzione senza soddisfare veramente le esigenze.

Prima di riempire lo spazio del balcone o terrazzo è indispensabile chiarirsi le idee sulla reale disponibilità economica e studiare la situazione oggettiva (i dati di fatto, come l’andamento climatico, l’esposizione al sole o all’ombra) e quella soggettiva (le vostre esigenze, i gusti in fatto di piante, il tempo disponibile per la manutenzione, il desiderio di usarlo come salotto all’aperto magari con un barbecue ecc.).

L’elenco di questi fattori servirà da guida per procedere alla definizione degli spazi, degli arredi e delle piante, considerando anche l’eventualità di ricorrere all’aiuto di un professionista nella progettazione di terrazzi: questa scelta è consigliata soprattutto se lo spazio è ampio e se intendete collocare piante di grande dimensione e strutture come pergole e tettoie.

Riflessioni sul tipo di utilizzo del vostro terrazzo
Chiedetevi quale sarà l’utilizzo del balcone o della terrazza. Se si desidera creare uno schermo per ottenere maggiore privacy dalle abitazioni vicine o isolare da una visuale poco attraente, si può valutare l’inserimento di grigliati di legno o metallo per far salire rampicanti sempreverdi, schermanti tutto l’anno.

Domandatevi inoltre se volete un balcone da ammirare dall’esterno (con fiori ricadenti, poco visibili dall’interno, poco ingombranti) o un terrazzo con fioriture ben visibili e orientate verso l’interno. Nel secondo caso occorre dosare bene gli spazi dedicati alle piante e agli arredi, in modo che il terrazzo sia rigoglioso ma anche vivibile, utilizzando cassette alte e strette, o angolari, per far salire rampicanti poco ingombranti.

Un altro aspetto da chiarire: desiderate un balcone bello solo nei mesi in cui lo utilizzate, o una scenografia per tutto l’anno, da ammirare dall’interno durante l’inverno? La risposta a questo quesito è importante, per acquistare le specie adatte (fiori stagionali o arbusti e alberelli interessanti anche in inverno) e decidere la percentuale di sempreverdi da inserire per rendere interessante il periodo invernale.

Un aspetto importante è il tempo che prevedete di avere a disposizione per manutenzioni e pulizie: se volete limitare la manutenzione, conviene orientarsi su uno stile formale con piante specie sempreverdi, che sporcano poco e non perdono i petali dei fiori.

I dettagli che rendono vivibile il terrazzo
In un terrazzo medio o grande si possono soddisfare molti desideri: un gazebo o una pergola ricoperti di verde, un angolo riparato per prendere il sole in totale privacy, un’illuminazione notturna d’atmosfera per cenare all’aperto, l’impianto hi-fi per ascoltare la musica… La creazione di un punto d’acqua regala vitalità e freschezza. Può essere un vero mini laghetto con ninfee e loti nani, ma se è davvero piccolo non può ospitare pesciolini perché in estate il calore raggiunto dall’acqua risulterà eccessivo.

Da non dimenticare la creazione di una zona di servizio, occultata da una siepe in vaso o da un pannello, per ospitare i bidoni con i resti vegetali, i vasi non in uso e i sacchi di terriccio, le sedie pieghevoli aggiuntive per le serate con amici, gli attrezzi da giardinaggio…

Il consiglio degli esperti GESAL
La preparazione dei vasi, cassette e ciotole va fatta in anticipo rispetto al momento di acquisto delle piante. Pulite e controllate i vasi che intendete utilizzare e acquistate i sacchi di terriccio specifico: Gesal Terriccio per gerani e piante fiorite, oppure gli altri tipi di substrato Gesal per acidofile (camelie, azalee, rododendri, ortensie…), per agrumi e piante mediterranee (limoni, oleandri, buganvillee) e piante aromatiche (alloro, salvia, rosmarino, prezzemolo, basilico…). In questo modo, quando acquistate le piante sarete pronti per trapiantarle senza indugio, a tutto vantaggio del loro vigore.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento