Prepariamo l’orto autunnale in vaso e in giardino

Anche in autunno e inverno l’orto resta generoso di verdure saporite. Ecco le verdure autunnali e invernali da piantare a fine estate anche in balcone

L’orto regala verdure autunnali e invernali squisite: per un buon raccolto nei mesi freddi occorre seminare e piantare a fine estate. Molti ortaggi che maturano in autunno e inverno si possono coltivare bene anche in vaso sul terrazzo o in piccoli spazi del giardino. A fine estate nei garden center e rivendite agrarie trovate un’abbondanza di ortaggi in piantina, pronti al trapianto, per un raccolto da settembre a dicembre e anche oltre.

Non dimenticate che le piantine appena comprate sono molto sensibili: non vanno esposte al sole ancora forte di agosto e settembre, meglio ombreggiarle con un telo o tenere i vasi in ombra luminosa finché non hanno attecchito e si sono irrobustite.

Che cosa coltivare?
Anche in settembre molti ortaggi estivi continuano a essere produttivi: fagiolini, pomodori, bietole da costa, melanzane, peperoni, zucchini e zucche gradiscono un andamento meteo fresco e umido se l’illuminazione è ancora intensa. Se sono in vaso vanno tenuti in pieno sole, dove pomodorini e peperoncini continuano a maturare fino a ottobre. I vasi e cassette devono essere profondi almeno 30 cm e ben esposti al sole.

Per ottenere un raccolto da ottobre in poi occorre scegliere varietà di ortaggi a ciclo invernale: cavoli di tutti i tipi, cavolfiori, verze, broccoli, lattuga invernale e radicchio da cespo e da taglio (che andranno protetti con serre o tunnel), ravanelli, rucola, valerianella. I cavolini di Bruxelles, le verze e le rape si raccolgono persino sotto la neve e non temono le brinate,
La scelta delle verdure è in funzione del clima: se asciutto e abbastanza mite in autunno, si coltivano anche carote, porri, finocchi. Il vento freddo e le piogge intense riducono la gamma di ortaggi coltivabili).

Anche molte erbe aromatiche crescono in autunno, in posizioni soleggiate. Quando arriva il freddo si possono comunque avere sapori e aromi in vaso: il rosmarino tollera bene il gelo; la salvia resiste se il terreno non è umido; il prezzemolo cresce fino ai geli se è in zona riparata e soleggiata, e in serra crescono anche in inverno prezzemolo, santoreggia, timo ed erba cipollina.

Dove coltivare?
La coltivazione di verdure può avvenire in terra o in vaso. Una serra o la predisposizione di tunnel in kit con telo in plastica e di cassoni con telo apribile in caso di clima mite ampliano molto le possibilità di ottenere verdure da settembre alla primavera successiva, offrendo la possibilità di anticipare o prolungare il ciclo vegetativo di molti ortaggi. In dicembre e gennaio si possono seminare sotto tunnel o all’aperto, se il clima lo consente, lattuga invernale, radicchio da taglio, ravanello e rucola.

Una serra per gli ortaggi
In linea di massima, una serra da orto con superficie di 12 mq (3 x 4 m) è ideale per le necessità di una famiglia. Se si sceglie una serra fissa, potrà essere addossata a un muro della casa, ben esposta al sole. Una serra sufficientemente alta per entrarvi in piedi semplifica la cura delle verdure. In alternativa si può utilizzare una serretta per piante da balcone: in ciotole e cassette possono crescere lattughe, radicchi, cavoli da foglia, cavolo nero, rapanelli, valeriana e rucola.

Il consiglio degli esperti GESAL
Il clima umido di fine estate e autunno favorisce la moltiplicazione di chiocciole e lumache. Sia in vaso che in piena terra le piante vanno protette con Gesal Polvere di Roccia, corroborante e potenziatore delle piante, composto da argilla sepiolitica. Crea un ambiente sgradevole ai molluschi, proteggendo efficacemente gli ortaggi. Anche topi e talpe diventano particolarmente pericolosi per i danni che compiono in autunno: Gesal Panello di ricino è un concime organico azotato che nutre le piante e contemporaneamente esercita un’azione disabituante verso i roditori.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento