Coltivare le piante grasse in appartamento e in ufficio è molto facile; sono belle e chic, ideali per chi ha poco tempo e affascinanti per i bambini.

Le piante grasse in casa, in ufficio e a scuola sono una grande risorsa per arricchire di verde gli ambienti. È molo facile coltivare i cactus e le piante succulente, come l’aloe dalle proprietà curative e kalanchoe con la sua lunga e bella fioritura; ecco i consigli per farle vivere bene anche in inverno, il momento più difficile per queste piante che in natura vivono all’aperto e in piena luce.

Grasse, cactus o succulente?
Nel linguaggio comune chiamiamo “cactus”, “piante grasse” o “succulente” tutte quelle con foglie o fusti carnosi, con o senza spine, entro i quali si raccoglie una riserva d’acqua che serve per la sopravvivenza in ambienti aridi. Le piante che presentano questa caratteristica assumono forme e dimensioni molto diverse fra loro; i cactus, ossia le specie comprese nella grande famiglia delle Cactacee, sono alcune delle tante succulente che vivono un po’ ovunque nel mondo, con la sola esclusione delle zone artiche. Altre succulente, che non sono cactus: aloe, agave, crassula, euforbia, sansevieria, lithops (sassi viventi)…

Come coltivare cactus e succulente in appartamento
Coltivare le piante grasse è piuttosto facile; conoscendo il loro ritmo di vita è possibile offrire condizioni idonee in inverno, quando sono più esposte alla sofferenza ambientale.

I cactus sono in gran parte di origine messicana o sudamericana; la loro attività vegetativa nei nostri climi si svolge in primavera-estate, quando richiedono aria, luce solare, irrigazioni regolari e concimazioni con prodotti specifici per piante grasse. Da ottobre a marzo queste piante entrano in una fase di riposo: le loro funzioni vitali vengono ridotte al minimo. Andrebbero perciò collocate in un ambiente asciutto, non riscaldato ma non gelido, senza innaffiarle.

Se invece le mantenete in una stanza con temperatura superiore ai 15° C, non arrestano tutte le funzioni vegetative; bisognerà quindi irrigarle molto moderatamente ogni 20-30 giorni a seconda della quantità di luce alla quale sono esposte, perché essa influisce sull’assorbimento di acqua (se c’è poca luce l’intervallo d’irrigazione sarà più lungo, basta una volta ogni 30-40 giorni). Più luce hanno, e maggiori sono le possibilità di mantenerle in vita e di vederle fiorire, cosa che accade non su tutte le piante. Alcune fioriscono solo dopo 15-20 anni; altre, come le Mammillaria, sono più generose e fioriscono facilmente.

Le composizioni: i giardini spinosi in vaso
Se avete acquistato o ricevuto in regalo una composizione con piante diverse, dovrete prevedere dopo qualche mese una divisione, spostando le piante in vasetti singoli dove crescono meglio, nel tempo. Nel frattempo, assicuratevi che le piante abbiano spazio e luce a sufficienza; collocate la composizione in un luogo molto luminoso.

Le piante grasse sono ideali anche per i bambini; per i più piccoli scegliete quelle senza spine, i più grandi apprezzeranno invece quelle più mostruose e spinose. Un ultimo consiglio: si trovano in commercio piantine “truccate” con colori artificiali, stelline, cuoricini… Sono decorazioni inutili, superflue e dannose: non acquistate esemplari così deturpati, anche perché le piante trattate con queste vernici e colle hanno vita breve.

Il consiglio degli esperti GESAL
• Dopo l’acquisto occorre rinvasare le piante grasse in un contenitore di poco più grande, utilizzando GESAL Terriccio per piante grasse, ideale per tutti i tipi di cactacee e piante grasse in genere. È costituito da torba, pregiato humus vegetale e sabbia per offrire alle piante una crescita armoniosa della parte aerea e radicale. Per trapiantare un piccolo cactus spinoso, avvolgete il fusto con una striscia di carta. Estraete la piantina dal vasetto e trapiantatela nel nuovo contenitore aiutandovi con una matita per far scorrere il terriccio sui lati del pane radicale.
• Il concime è necessario in inverno per le piante grasse che rimangono in fase vegetativa, per esempio il cactus di Natale dalla bella fioritura. Utilizzate Gesal Integratore in Gocce Piante Grasse, pratiche fialette da inserire nel terreno dove rilasciano gradualmente il loro apporto nutritivo per 2-3 settimane.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento