Piante per terrazzo

Portiamo la natura in città

Farfalle, profumi, bellezza: anche in balcone e terrazzo la natura può e deve essere protagonista. La cura delle piante con metodi bio e una buona scelta di piante per terrazzo e balcone facili e poco esigenti trasformano il terrazzo in un’oasi naturale ricca di vita e di fascino nel corso delle stagioni.

Curare le piante con metodi ecosostenibili senza rinunciare alla bellezza
La tutela dell’ambiente e la qualità dell’aria sono temi di fondamentale importanza per tutti: chi non ha percepito con chiarezza che qualcosa dobbiamo farlo, anche se sembra di svuotare il mare con un cucchiaio? Il giardinaggio è un’attività che sembra del tutto in sintonia con i temi della salvaguardia ambientale, ma in realtà, come molte attività umane, ha il suo “lato oscuro”: l’uso degli insetticidi, la grande quantità di plastica usata per vasetti e contenitori, l’impiego di macchine che consumano benzina e producono emissioni inquinanti, il consumo eccessivo di acqua per coltivare certi tipi di piante dove la natura non le ha previste, perché non idonee all’ambiente… Senza essere integralisti si può trovare una mediazione e scegliere una strada di atteggiamenti attenti e consapevoli, anche in terrazzo, senza rinunciare a fiori e bellezza.

Un terrazzo al naturale
Balconi e terrazzi, soprattutto in città, possono dare un importante contributo al numero complessivo di metri quadrati  di verde dell’area urbana, il che si traduce in una serie di fattori positivi: molto più ossigeno e meno CO2, che le piante assorbono durante il loro ciclo naturale. Con un terrazzo verde, molto ricco di piante, si ottengono più umidità e meno calore: in quantità molto minore rispetto al riverbero provocato da superfici cementate o asfaltate. Inoltre ci sarà più vita naturale, in quanto si creano condizioni idonee per la piccola fauna, dagli uccelli agli insetti (è recente e allarmante il segnale che le api sono in forte diminuzione su tutto il territorio italiano e al Nord in particolare).

Le regole sono poche e facili. Rinunciate alle piante che ogni anno regolarmente vi danno problemi di malattie e parassiti, orientando la scelta verso le specie che hanno dimostrato minore sensibilità.

Molto importante è la riduzione degli sprechi idrici, scegliendo piante con scarsa esigenza idrica dove il sole, il caldo e il vento provocano rapida disidratazione e governando con cura e razionalità l’impiego di acqua, grazie a regimi corretti di innaffiatura, proporzionati alle reali esigenze dei vegetali. Inoltre occorre utilizzare la pacciamatura (corteccia sminuzzata) per proteggere il terriccio nei vasi riducendo l’evaporazione di acqua, e coltivare fiori amati da api e farfalle.
Un approccio di questo tipo può comportare un cambio di mentalità, per cogliere un diverso aspetto della bellezza naturale, che è fatta di forza e di semplicità. Ma se pensiamo a quanti spazi verdi, attuali e potenziali, ci sono su tetti e nei balconi delle nostre città, è facile capire che un nuovo approccio responsabile al giardinaggio può avere un effetto veramente visibile, realmente positivo. Un effetto che sarà patrimonio di ognuno di noi, adesso e nel futuro.

Un elenco di fiori ideali per l’eco-terrazzo

  •  Piante stagionali da fiore poco esigenti: salvie da fiore, begonie nane, bella di notte, bidens, bocca di leone, calendula, celosia, gazania, lantana, All’ombra o semi ombra: impatiens, nasturzio, bacopa, verbena, fucsia, viole del pensiero dall’autunno alla primavera…

    Begonia

    Begonia

  • Piante perenni che rinascono ogni anno dalle radici: statice, aster (settembrini), bergenia, cosmea, rudbeckia, enotera, garofanini, hemerocallis, malve da fiore, nicotiana…

    Aster - Settembrini

    Aster – Settembrini

  • Piccoli arbusti facilissimi: lavanda, santolina, rosmarino, oleandro, rincospermo (falso gelsomino), caprifoglio, passiflora, abelia, buddleja, camelia, ortensia (in mezz’ombra)…

    Ortensie

    Ortensie

Inoltre non trascurate l’impiego di piante aromatiche in quantità: sono utili in cucina e per la salute, allontanano le zanzare, si possono usare per preparare insetticidi naturali (es. timo, menta), tollerano il caldo e sono profumatissime: un vero piacere in balcone e un regalo per api e farfalle, che le amano molto.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora nostri esperti!

Lascia il tuo commento