Le pere sono protagoniste della cucina autunnale; coltivare un pero in giardino è facile e si ottiene un bel raccolto

Le ricette con le pere sono le protagoniste della cucina autunnale. Questo frutto ricco di virtù preziose è originario della Cina e viene coltivato sin da epoche remote. Il pero (Pyrus communis) è oggi diffuso in tutti i Paesi temperati e in Francia, dove già nel ’500, a Versailles, si selezionavano le varietà migliori per la mensa del Re. Ma oggi le pere migliori del mondo sono italiane: la qualità e il profumo della polpa sono ineguagliabili.

Pere, regine dell’autunno
Frutto tipicamente autunnale, la pera comprende varietà che si raccolgono già a metà estate e altre nel cuore dell’inverno. Gli alberelli si piantano da fine autunno a primavera, al sole, in terreno ricco, profondo, discretamente drenato, con pH da 6 a 6,5. Pianta rustica, tollera gli inverni rigidi, mentre teme molto le gelate tardive, che danneggiano la fioritura precoce bianco-rosata, e l’aridità dei mesi estivi, quando va irrigata generosamente. Nel periodo tra l’inverno e la primavera gradisce una concimazione con letame maturo. Per ottenere frutti di pezzatura più grossa e di migliore qualità, è fondamentale diradarli quando sono ancora piccoli come ciliegie, lasciandone al massimo due o tre per ramo.

Le virtù alimentari
Poco calorica e salutare, la pera è ricca di fibre, sali minerali (soprattutto potassio), vitamine (C e K, preziose per il sistema immunitario e per le ossa) e antiossidanti (flavonoidi e acidi fenolici), utili per prevenire tumori e malattie cardiovascolari. I principi attivi sono contenuti soprattutto nella buccia e sono più concentrati nelle pere biologiche.
Curiosità e notizie utili
Le pere di varietà antiche sono più piccole ma hanno sapore eccellente. In cucina, si abbinano splendidamente sia con il dolce che con il salato. I matrimoni irresistibili? Con il cioccolato (fuso sopra o abbinato nelle torte) e con i formaggi, freschi e stagionati. E poi in torte e plumcake: ecco una ricetta ideale per la prima colazione e la merenda.

Ricetta: plumcake alle pere
Ingredienti
300 g di farina
3 pere
100 g di burro
200 g di zucchero
2 uova
la scorza grattugiata di un limone
1 bustina di zucchero vanigliato
½ bicchiere di latte
½ bustina di lievito

Sbucciate e affettate le pere. In una terrina, lavorate il burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente con lo zucchero. Incorporate quindi un uovo alla volta, la farina, la scorza di limone e lo zucchero vanigliato. Unite una parte delle pere e, infine, il lievito sciolto in un poco di latte. Versate il composto nello stampo imburrato, livellate la superficie, inseritevi, ravvicinate, le fettine di pera a gruppi e ponete a cuocere in forno caldo a 180 °C per circa un’ora.

Il consiglio degli esperti GESAL
GESAL Concime organo-minerale universale 7-7-7 è il prodotto consigliato per la concimazione del pero. Si tratta di un concime organo-minerale pellettato con una composizione equilibrata che favorisce una crescita ottimale ed aumenta la qualità dei raccolti. Il concime risulta inoltre facilmente solubile e ciò facilita l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte delle piante. Il prodotto ha un’ottima e prolungata azione nutritiva (3-4 mesi) e, grazie alla matrice organica, ha la capacità di migliorare la struttura del terreno. Può quindi essere somministrato sia in autunno che in primavera, per migliorare la forza e la produttività del pero.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento