I mille usi della zucca: dalle zucche ornamentali alle ricette con la zucca, le idee per utilizzare questo favoloso ortaggio in casa e in cucina.

Protagonista dell’autunno, la zucca è un tesoro italiano. Difficile non provare curiosità e simpatia per la zucca, una Cucurbitacea che in Italia ha trovato casa dopo aver attraversato l’Atlantico: le varietà oggi coltivate sono infatti nate da specie originarie del Centro America (Cucurbita maxima, C. moschata), ma altre specie, come la curiosa zucca di Malabar, sono originarie del Sud-Est asiatico, mentre la zucca-bottiglia, Lagenaria vulgaris, è di origine europea ed era già nota all’epoca dei Romani, che la usavano come contenitore per l’acqua e come fiaschetta per il vino.

Zucche italiane nei piatti dei grandi chef
Nei secoli la zucca è diventata in Europa un ortaggio largamente coltivato perché facile da ottenere e da conservare in molte forme diverse, e per il fatto che di questa pianta si consumano anche i fiori e i semi. Molti grandi nomi della cucina hanno scelto la zucca come protagonista dei loro piatti indimenticabili. Ma anche senza cercare ricette complicate, basta cucinare una bella crostata di zucca, quella che gli americani adorano e chiamano pumpkin pie, per assaporare un piatto davvero superbo e adatto anche ai bimbi.

La zucca per la salute
Grazie all’alta concentrazione di acqua (94%) e una bassa concentrazione di zuccheri semplici, la zucca è un alimento ipocalorico (solo 18 calorie ogni 100 grammi) ed è quindi ideale per chi ha bisogno di cibi leggeri ma capaci di stimolare l’appetito e di apportare fattori nutritivi: è infatti ricca di vitamina A, potassio, calcio, fosforo e fibre; contiene vitamina C e una percentuale significativa di betacarotene. Grazie alla quantità di fibre che fornisce all’organismo, ha un ruolo di prevenzione dei tumori e aiuta a conservare un corretto equilibrio idrico dell’organismo. Anche i semi di zucca sono benefici: hanno proprietà rilassanti e sedative, emollienti, blandamente lassative e diuretiche.
La cosmesi naturale sceglie la zucca come ingrediente per la depurazione della pelle: la polpa del frutto tritata finemente e miscelata a miele, sparsa sul viso, è una maschera rilassante e capace di ridare luce all’epidermide stanca o invecchiata.

La zucca nell’orto e in giardino
Uno dei motivi per i quali la zucca sembra essere tanto di moda è la sua funzione decorativa. In autunno va usata generosamente anche come elemento di richiamo stagionale, mescolandola a piante, vasi e fiori recisi e approfittando dell’incredibile varietà di forme e di colori reperibili in questo periodo in mercatini, garden center e feste dedicate alla zucca, che si tengono in varie località italiane. Ci sono zucche lunghissime e tubolari, come la ‘Serpente di Sicilia’, e zucche dalla forma stravagante, come quelle a bottiglia; ci sono quelle perfettamente rotonde simili a angurie, ed altre basse e schiacciate con la scorza dura e rugosa. Ci sono zucche a fiasco e ad anfora, a forma di fungo e quella chiamata Patisson, Cucurbita pepo, anche nota come zucca pasticcina, cappel di prete o disco volante: è una varietà assai popolare in Svizzera e in Francia, ma non molto diffusa in Italia, dove viene spesso trattata solo come zucca ornamentale quando invece è commestibile e buonissima. Può essere bianca, arancione o screziata.
Non resta che mettersi a caccia di zucche: magari il vostro orto, giardino e terrazzo del prossimo anno avrà una collezione di zucche strane…

Zucche italiane nei piatti dei grandi chef
Nei secoli la zucca è diventata in Europa un ortaggio largamente coltivato perché facile da ottenere e da conservare in molte forme diverse, e per il fatto che di questa pianta si consumano anche i fiori e i semi. Molti grandi nomi della cucina hanno scelto la zucca come protagonista dei loro piatti indimenticabili. Ma anche senza cercare ricette complicate, basta cucinare una bella crostata di zucca, quella che gli americani adorano e chiamano pumpkin pie, per assaporare un piatto davvero superbo e adatto anche ai bimbi.

La ricetta: vellutata di zucca al rosmarino
Gesal vellutata di zuccaMondate 600 g di zucca e tagliatela a dadini. Mondate 4 patate medie e tagliatele a dadini. Mondate un porro e tagliatelo a rondelle. Ponete il porro in una casseruola con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, quando è rosolato aggiungete le patate e, dopo 5 minuti, la zucca, coprendo a filo con brodo vegetale e facendo cuocere a fuoco medio. Quando patate e zucca sono morbide, frullate con il frullino a immersione. Condite con olio extravergine e una spolverata di grana. Guarnite i piatti con semi di zucca sgusciati e foglie di rosmarino.

Il consiglio degli esperti GESAL
• In primavera seminate la zucca o acquistate le piantine, da collocare nel terreno o in vaso grandi e profondi, dove possono crescere le zucchette di piccola dimensione e le varietà rampicanti. Utilizzate GESAL Gel di silice per rinforzare le piantine rendendole meno sensibili agli attacchi di malattie fungine.
• La zucca ha bisogno di un terreno molto fertile; nel corso delle stagione concimate con GESAL concime granulare multiuso, dai granuli facilmente solubili per facilitare l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento