Coltivare e cucinare le melanzane è facile, e le ricette con le melanzane sono ideali per piatti estivi sani e saporiti.

Ricca di potassio, vitamine A e C, fosforo, calcio, tannino, la melanzana tonifica il fegato e contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo. Svolge un’azione depurativa e diuretica; contiene molta acqua e pochi zuccheri. Amante del sole e del caldo, coltivarla nell’orto e in vaso è davvero facile, ma nella scelta della varietà tenete conto degli usi che intendete farne: per la parmigiana vanno meglio i frutti tondi o ovali, per la “caponata” quelle lunghe che si prestano bene ad essere fritte o grigliate. Ottime le varietà a frutto bianco, molto tenere. La raccolta si fa prima che la maturazione sia eccessiva, altrimenti i semi nella polpa diventano amari.

Le melanzane innestate: facili e robuste
Se avete scelto le varietà innestate non dovreste avere problemi dal punto di vista fitosanitario: le melanzane innestate sul pomodoro o su altri portainnesti robusti, evitano in particolare la verticillosi, una malattia fungina tipica del periodo estivo. Le piante innestate sono vigorose, meno sensibili ai problemi di terreno e molto generose, anche se coltivate sul terrazzo, purché il vaso sia profondo, ben concimato e irrigato e posizionato al sole: con due o tre piante, si ottiene un raccolto generoso e soddisfacente.

Consigli per cucinare le melanzane
Per eliminare il gusto amarognolo, tagliatele a fette, spolveratele di sale e lasciatele a scolare per un’ora perché perdano l’acqua di vegetazione, poi lavatele e asciugatele. Tagliato a cubetti, questo ortaggio si conserva bene in freezer.

Ricette

Insalata estiva light
Per 4 persone, affettate 2 melanzane, salate e lasciate scolare l’acqua e poi cuocetele al vapore con 200 g di fagiolini; passate alla griglia un peperone rosso. Tritate grossolanamente il tutto e condite con olio, aglio, capperi e basilico. In alternativa, servite le melanzane grigliate su un letto di porri affettati sottilmente, condite con poco olio extravergine d’oliva, prezzemolo e aglio.

Pasta alla Norma
Per 4 persone, affettate 2 melanzane, salate e lasciate scolare l’acqua poi friggetele in olio bollente. Rosolate uno spicchio d’aglio schiacciato in 2 cucchiai d’olio, aggiungete 400 g di pomodori pelati a pezzettoni, salate e pepate; 5 minuti prima del termine della cottura unite le melanzane. Lessate 350 g di penne rigate, conditele e guarnite con ricotta grattugiata e basilico.

Melanzane alla pizzaiola
Per 4 persone, affettate 2 melanzane (spessore circa mezzo centimetro, non troppo sottili); salate e lasciate scolare l’acqua. Dopo mezz’ora, cuocetele per pochi minuti su una piastra o griglia; posate le fette su un largo piatto di portata e condite ciascuna fetta con un cucchiaio di salsa di pomodoro e pezzetti di formaggio morbido. Spolverate con abbondante origano, sale e pepe. In alternativa, se non amate la fragranza intensa dell’origano conditele con menta e peperoncino.

Il consiglio degli esperti GESAL
Le melanzane sono, come i pomodori, esigenti in fatto di nutrimento anche in relazione alla loro velocità di sviluppo. Per la concimazione si utilizza Gesal Concime Granulare Multiuso, granuli sono facilmente solubili per facilitare l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte delle piante. La composizione equilibrata ed arricchita in microelementi favorisce uno sviluppo armonioso delle piante e aiuta ad ottenere abbondanti fioriture e raccolti.
Se le melanzane sono coltivate in vaso, risulta pratico l’impiego di Gesal Concime sangue di bue, una formulazione naturale ideale per uno sviluppo sano e rigoglioso. Arricchito con Ferro, garantisce anche una rapida azione rinverdente.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento