Composizioni autunnali in terrazzo e giardino: ecco le idee per colorare ed abbellire vasi, ciotole e cassette con fiori, foglie e bacche.

Finisce l’estate ma balconi e giardini non vanno abbandonati: i colori dell’autunno sono suggestivi e ci sono molti fiori e piante che possono decorare gli spazi esterni fino all’inverno, con risultati di allegria, vigore ed energia: un rimedio eccellente per chi soffre di malinconia per l’estate… perché le composizioni di piante autunnali possono essere ancora più belle di quelle estive, con qualche piccolo accorgimento e senza fatica.

Quali piante scegliere
Basta fare un giro nel vostro garden center di fiducia per scoprire che ci sono moltissime piante in grado di abbellire vasi, ciotole e cassette.
I ciclamini sono i veri re del momento: scegliete quelli a fiore piccolo; in vasi e ciotole utilizzate gruppi di 3-5 piante dello stesso tipo ma magari in colori diversi, oppure impiegate i ciclamini in composizioni con altre piante autunnali, come le eriche, che possono conservare molto a lungo il loro fascino (ma non in casa, dove la loro vita è breve: non tollerano il caldo e la carenza di luce).
Altre piante eccellenti per portare colore in balcone e giardino sono i cavoli ornamentali dai colori accesi, capaci di resistere al freddo.
Se preferite i fiori, utilizzate gli aster (settembrini) dalle corolle rosa, bianche, azzurre, blu o viola, e i crisantemi nani, con fiori a margherita nei colori più diversi. Entrambe queste piante da fiore temono il caldo: se settembre è ancora mite e molto soleggiato, collocate aster e crisantemi in luoghi con sole la mattina e nella seconda parte del pomeriggio, salvandoli dal caldo del sole di mezzogiorno.
Indispensabili le viole del pensiero, robuste e generose, che spesso superano l’inverno e fioriscono anche nel timido sole dei mesi freddi.
Completate le composizioni con piantine da foglia, come la cineraria dalle foglie argentee, l’hebe e le piccole conifere nane.

Le bacche autunnali
In vaso crescono bene anche arbusti con bacche decorative: nelle composizioni autunnali i frutti colorati svolgono un ruolo prezioso. Possono essere piantine, facili da trovare nei garden center, oppure rametti recisi da un arbusto in giardino: per diversi giorni i rametti rimarranno belli e porteranno alle vostre composizioni un tono rustico e naturale.
Tra le piantine da bacca che sono in vendita in questo periodo ci sono pernettya, sinforina, iperico, skimmia dalle bacche rosse, callicarpa dai frutti violacei e il solanum o “pomino dell’amore”, parente del pomodoro ma non commestibile, con tonde e brillanti bacche arancioni grosse come biglie.

Suggerimenti per le composizioni in vaso
Utilizzate vasi, cassette e ciotole con buona profondità; sul fondo collocate una manciata di biglie d’argilla espansa, che creano le condizioni per il corretto deflusso dell’acqua di irrigazione, evitando così che le radici marciscano. Le piantine autunnali hanno crescita lenta e possono quindi essere collocate molto vicine fra loro; in primavera potrete scegliere di trapiantare gli esemplari che hanno superato l’inverno in contenitori più grandi. Innaffiate solo quando il terriccio si è quasi del tutto asciugato, impiegando se possibile acqua piovana; se non potete raccoglierla, lasciate l’acqua del rubinetto in una bottiglia o innaffiatoio per almeno 48 ore, allo scopo di far decantare il calcare che non è gradito e danneggia le specie più sensibili, come i ciclamini e l’erica.
Non dimenticate di utilizzare bei contenitori creando gruppi di vasi e ciotole diverse; pigne, rametti e foglie autunnali ben disposte intorno ai vasi completeranno con armonia le vostre composizioni fiorite autunnali.

Il consiglio degli esperti GESAL
Gesal Polvere di roccia è un aiuto per mantenere le piante vigorose e in salute; il suo impiego allontana le lumache e chiocciole, che in autunno sono molto attive e dannose, favorite dal clima mite e umido.

Le piante autunnali non hanno bisogno di molto concime: potete impiegare Gesal Concime universale in bastoncini da infilare nel terriccio, dove rilascerà gradualmente il suo potere nutritivo fino a 100 giorni.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento