La zucca

Regina della stagione

Il sole dell’estate ha regalato sapore: ora la zucca aspetta di essere trasformata in ricette gustose ricche di proprietà nutritive e in decorazioni autunnali in casa, terrazzo e giardino.

Poco calorica, digeribile e saporita, protagonista di tante tradizioni e curiosità, la zucca è uno degli ortaggi più amati dagli Italiani. Da secoli è protagonista in cucina: in passato (oggi in misura minore) si consumava la zucca del genere Lagenaria o zucca da pergola, coltivata prevalentemente al Sud e in Sicilia, da consumare fresca perché si indurisce rapidamente. Nella cucina tradizionale siciliana le sue foglie fresche, chiamate “tenerumi”, sono usate per condire la pasta e per zuppe o contorni. Ma la zucca che consumiamo abitualmente è americana: viene dalle zone calde e fu portata in Europa dai navigatori e commercianti spagnoli.

Sapori straordinari nelle ricette di casa nostra
Così facile da coltivare, e rapidamente diffusa nelle campagne di tutta Europa e successivamente dell’Asia e Nord Africa, la zucca ebbe inizialmente cattiva fama: veniva considerata un cibo di scarsa qualità. Chissà chi furono gli chef che riuscirono a farla apprezzare a re e nobili nelle corti del ‘700, facendola diventare un ingrediente di piatti oggi conosciuti da tutti, come il risotto e i celebri tortelli tipicamente mantovani e modenesi. I primi contengono anche un poco di amaretti, che li rendono di sapore dolce; in Emilia sono invece arricchiti con una saporita spolverata di noce moscata nella ricetta del ripieno, a base di zucca cotta lentamente al forno: è un fattore chiave per eliminare una parte di acqua e ottenere un sapore intenso oltre che una consistenza idonea.

zucca ricette

Facile da coltivare nell’orto e in vaso
Oggi le zucche reperibili in commercio da fine estate in poi sono molte, ma potete prendere in considerazione di coltivare qualcosa di insolito nel prossimo anno: a partire da marzo le zucche possono essere seminate in vasetti da far germogliare in serra o altro ambiente caldo e luminoso. Da maggio in poi si possono seminare anche nell’orto; le tipologie rampicanti di piccola dimensione, da far salire su pergole e grigliati, crescono anche in vasi profondi con ottimo terriccio fertile e irrigazioni regolari, da sospendere un paio di settimane prima di raccogliere le zucche: in questo modo avranno una polpa più soda e saporita.

coltivare la zucca

Le zucchette decorative
Oltre a quelle commestibili ci sono anche le varietà ornamentali, di piccola dimensione e spesso di forme buffe e decorative, vivacemente colorate, ideali anche come completamento e arricchimento delle decorazioni autunnali in vaso e in casa. La zucca più celebre è però quella di Halloween, tradizionale festa del mondo anglosassone, il 31 ottobre; tra settembre e ottobre si utilizzano i grossi frutti globosi di varietà appositamente selezionate per essere scavate formando occhi e bocca, collocando all’interno del frutto una candelina che, secondo antiche tradizioni, serve ad allontanare le streghe della notte che precede il 1° novembre, Ognissanti. Se avete poca simpatia per questa tradizione “importata”, che piace molto ai bambini, interpretatela secondo gli antichissimi usi delle campagne italiane, quando la zucca d’ottobre veniva regalata come segno di portafortuna e di abbondanza prima dell’arrivo dell’inverno: la sua lunga conservabilità era preziosa e la vigilia di Natale diventava ripieno per gli immancabili tortelli, conditi con tanto burro e Parmigiano Reggiano.

zucca halloween

 

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento