La lattuga in vaso: anche per l’orto dei bambini

La lattuga cresce bene anche in vasi e ciotole: perfetta per il balcone e per avvicinare i bambini al piacere della cura dell’orto, a casa e a scuola

La coltivazione della lattuga è perfetta per l’orto in vaso e per il giardinaggio dei bambini anche a scuola; marzo è il mese ideale per iniziare, e la sua velocità di crescita potrà soddisfare bene l’impazienza dei piccoli orticoltori in terrazzo o in giardino.

Come scegliere e preparare vasi e cassette
La lattuga, soprattutto quella da taglio, cresce praticamente in qualsiasi tipo di contenitore purché sia dotato di fori sul fondo per il drenaggio dell’acqua. Cresce benissimo in vasi, cassette, ciotole e persino le cassette della frutta, in plastica o legno, rivestite con un telo di plastica per contenere il terriccio (senza dimenticare di praticare diversi fori sul fondo per lasciar uscire l’acqua in eccesso).

Una volta colmati con il terriccio, i contenitori sono pronti per il trapianto, che va effettuato preferibilmente in luna calante se desiderate assecondare i ritmi naturali degli ortaggi in relazione alle fasi lunari, come da tradizione.

Le lattughe richiedono qualche ora di sole (ma attenzione: dopo il trapianto vanno conservate in ombra luminosa e al riparo dal freddo per una settimana circa). Importante rispettare le distanze: le lattughe da taglio si piantano fitte, a circa 10 cm l’una dall’altra; quelle che formano grossi cespi, come le lattughe a cappuccio, devono essere distanti fra loro almeno 30 cm o più. Il trapianto troppo ravvicinato favorisce il marciume delle foglie.

Quali lattughe scegliere?
Tutte le lattughe crescono bene in vaso, ma quelle da cespo richiedono vasi larghi e profondi; in contenitori più piccoli è bene orientarsi verso le lattughe da taglio come Lollo, Gentilina, Foglia di quercia e Salanova, scegliendo varietà sia a foglia rossa che verde per ottenere anche un bell’effetto estetico e un mix di sapori diversi.

Queste lattughe sono ideali anche per l’orto dei bambini in quanto crescono rapidamente: in genere, dal trapianto delle piantine acquistate in vaschetta, con le radici raccolte in un cubetto di torba, al momento del raccolto, possono passare dai 30 ai 40 giorni. Dopo il primo taglio, staccando solo le foglie esterne e lasciando il “cuore” di giovani germogli, in genere queste lattughe producono nuovamente foglie.

Piccole cure per un grande raccolto
Per ottenere lattughe sane e saporite occorre concimare ogni 10-12 giorni, sorvegliare per reprimere gli eventuali attacchi di lumache e irrigare di mattina presto o di sera, senza bagnare le foglie per ridurre i rischi di malattie favorite dall’eccesso di umidità stagnante.

La ricetta:
Insalata saporita

Ingredienti
1 cespo di lattuga
1 mela
3 cucchiai di succo di limone fresco
1 avocado piccolo maturo
una piccola cipolla di Tropea
una tazza di noci leggermente tostate e tritate
Un pezzetto di formaggio a piacere

Miscelare gli ingredienti e condire con olio d’oliva extravergine, sale, pepe macinato al momento e aceto balsamico tradizionale di Modena IGP. Aggiungere a piacere erbe aromatiche e servire con fette di pane leggermente tostato. Si abbina bene a piatti di pesce, carni di pollo e maiale, piatti di formaggi misti.

Il consiglio degli esperti GESAL
• La lattuga ha bisogno di essere nutrita regolarmente con Gesal Concime Sangue di bue, ideale per l’orto in vaso. È un concime naturale che favorisce uno sviluppo sano e rigoglioso; è arricchito con Ferro e garantisce anche una rapida azione rinverdente.
• Per ostacolare gli assalti di lumache è utile l’impiego di Gesal Polvere di Roccia, a base di argilla sepiolitica, un materiale naturale altamente poroso a basso peso specifico, in grado di assorbire grandi quantità di umidità presente nel terreno, creando un ambiente sgradevole alle lumache e chiocciole.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento