Giardini verticali

Alcuni esempi italiani

Scoprire le meraviglie dei giardini verticali per crearli e rendere più vivibili ed ecologiche le città. Muri verdi nelle aree urbane, una conquista vantaggiosa.

Perché creare un giardino verticale
Una parete, un muro, ma anche la facciata di un palazzo possono diventare un posto su cui “coltivare”.
I motivi per cui ci si appresta a fare questo tipo di giardinaggio sono molti e vanno dal semplice piacere di creare una parete verde che sia bella da vedere, alla volontà di coprire uno spazio rendendolo verde o colorato, a seconda delle stagioni e delle piante che vengono utilizzate, fino anche al desiderio di utilizzare le piante per isolare termicamente un edificio, proteggendolo da sole e intemperie nel modo più naturale possibile.
Non solo: i vantaggi che le piante apportano crescendo sulle pareti di una struttura sono anche di ordine ambientale, in quanto il verde contribuisce a ridurre l’inquinamento atmosferico, attenua i rumori, elimina il fenomeno del riverbero ed è refrattario al fuoco. Infine, ma non di minore importanza, il verde dei giardini verticali migliora l’umore, è rilassante e molto gradevole da vedere. Grandi e piccoli non possono non restarne affascinati.

I più bei giardini verticali italiani
Gli esempi di giardini “alti” nel mondo sono davvero tanti. La tecnica, peraltro abbastanza semplice, di far crescere le piante su supporti verticali si perfeziona e regala esempi sempre più affascinanti.
L’Italia non è estranea a questa evoluzione e ci sono molti esempi di splendidi giardini italiani progettati in questo modo. Merita di essere ammirato, ad esempio, il primo giardino verticale italiano: si tratta del “Muro Verde” realizzato nel 2008 in Corso di Porta Ticinese, a Milano.

Giardino verticale Milano

“Muro verde” in Corso di Porta Ticinese a Milano – Foto da Tuttogreen.it

E’ stato utilizzato il muro cieco, alto 18 metri, di un palazzo sul quale sono state fatte crescere e vegetare 180 specie di piante diverse. Il tutto è alimentato con pannelli fotovoltaici, quindi è solo l’energia del sole che fa funzionare l’intero sistema, con impatto ambientale zero. Anzi, l’ambiente circostante ne ricava diversi vantaggi, oltre a quello estetico. Il progetto è stato finanziato dall’Enel e dall’Assessorato allo Sviluppo del Territorio del Comune di Milano.

Il “Muro Verde” è stato il primo, ma l’idea è allettante e in Italia è stata seguita da un altro esempio davvero valido e gradevole. Parliamo del giardino di Rozzano, sempre in area milanese, che nel 2012 ha strappato il titolo di giardino verticale più grande al mondo a quello di Madrid, in Spagna. Questa coreografia vegetale ricopre il centro commerciale Fiordaliso, per un totale di 1262,85 metri di verde.

Giardini verticali: idee per il futuro
Prendendo come esempio la superficie verde verticale che ricopre il centro commerciale di Rozzano, si possono immaginare soluzioni che nel futuro potrebbero portare molti vantaggi alle aree urbane, nel rispetto dell’ambiente e con la soddisfazione dei cittadini.

Giardino verticale Rozzano

Giardino verticale del centro commerciale Fiordaliso di Rozzano – Foto di Daniela Minardi su Flickr

 

Giardino verticale Rozzano

Giardino verticale Rozzano

Progettato dall’architetto Francesco Bollani e alto 8 metri, il giardino ospita circa 200 specie di piante, per un totale di 44mila piantine che alloggiano sulla struttura di sostegno.

Sono grandi numeri, ma soprattutto è uno spettacolo al quale non siamo abituati, nonostante in natura spesso le pareti di terrazzamenti, colline e montagne siano ricoperte di vegetazione.
A Rozzano sono state alternate piante sempreverdi con piante che fioriscono nelle varie stagioni, consentendo di ammirare una scena che cambia al trascorrere dei mesi.
Il centro commerciale è riparato dall’irraggiamento solare eccessivo, ma è anche protetto dal gelo in inverno. La presenza di polveri sottili, inquinanti, viene ridotta dalla presenza del verde e tutto questo quasi non ha un costo, considerando che sia l’apporto di acqua che, periodicamente, di fertilizzanti vengono gestite grazie alle energie rinnovabili.

La cosa straordinaria è che chiunque può godere di questi spettacoli e può, anche, nel suo piccolo, provare a realizzare giardini verticali poiché la tecnica è semplice e il risultato di enorme soddisfazione.

 

Cover photo: gbirrigazione.it

Lascia il tuo commento

2 comments

  1. sandra

    Anch io vorrei realizzare 2 pareti vertcoli del mio terrazzo in giardino esposto a nord come fare?