Ci sono fiori che sbocciano sotto la neve e altri che sanno offrire la loro bellezza nel periodo invernale: veri gioielli della natura, che non hanno paura del freddo.

L’inverno ferma la vegetazione di tante piante, ma alcune aspettano proprio i periodi freddi per fiorire persino sotto la neve. Ecco un elenco di magnifici fiori invernali per balcone e giardino, capaci di sbocciare fra gennaio e marzo.

• Viole del pensiero. Robustissime, spesso riescono a ricominciare a fiorire anche dopo una nevicata.

• Calicanto e hamamelis. Arbusti che sbocciano tra dicembre e febbraio con piccoli fiori profumatissimi; sono molto robusti e vivono per molti anni. Richiedono vasi profondi e irrigazioni abbondanti in estate.

• Camelia. I larghi e splendidi fiori delle camelie si aprono tra gennaio e marzo; ha bisogno di sole e di vasi profondi. Necessita terriccio e concime per piante acidofile.

• Gelsomino giallo. In gennaio si copre di fiorellini gialli; pianta molto robusta, non si ammala e non teme né il caldo né il freddo. Ha portamento rampicante o ricadente, con rami sottili da fissare a un supporto (rete, recinzione, grigliato…).

• Bergenia. Pianta perenne di lunga durata con larghe foglie sempreverdi e lucide, in gennaio-marzo forma infiorescenze rosa; ideale per bordure in ombra (d’estate non ama stare in posizioni con sole intenso).

• Bucaneve, campanellino e croco. Bulbose che si piantano in autunno e sbocciano in inverno sia in giardino che in vaso. Il croco è reperibile anche sul punto di sbocciare nei garden center più forniti.

• Narciso e giacinto.
I bulbi si mettono in vaso e in terra tra settembre e novembre e fioriscono tra marzo e aprile, ma nei garden center si trovano le piantine germogliate e sul punto di fiorire: ideali per creare piacevoli composizioni in vaso, da tenere all’aperto. In casa la durata dei fiori è molto breve.

• Elleboro.
Chiamato anche “rosa di Natale”, sboccia in inverno anche in vaso. In estate va tenuto in zona umida e ombreggiata.

• Mahonia e forsizia. Arbusti per vasi profondi, fioriscono a fine inverno e già in gennaio aprono qualche fiore, se il clima non è molto rigido. La mahonia è sempreverde, la forsizia si spoglia in autunno; entrambe sono piante durevoli e poco esigenti, non temono il freddo, il caldo e lo smog urbano.

• Primule e pratoline (margheritine doppie). Già in gennaio i garden center si riempiono di fioriture primaverili, ma attenzione: sono state prodotte in serra e non vanno esposte improvvisamente al gelo. Se create vasi e cassette con questi e altri fiori acquistati in gennaio, tenete il contenitore al riparo dal gelo e dalla brina, per esempio contro un muro esposto al sole del mattino che scalda subito il vaso.

Il consiglio degli esperti GESAL
In inverno le piante richiedono poco concime, da fornire solo quando il terreno non è gelato. Gesal Concime Liquido Universale va bene per tutte le piante a fioritura invernale: è sufficiente una sola somministrazione nel mese di gennaio, da aumentare a due in febbraio e da portare a 3-4 volte al mese da marzo in poi.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento