La serra da balcone e in giardino consente di proteggere le piante delicate e di coltivare un piccolo orto invernale

La serra è un ambiente importante per chi desidera ottenere la protezione delle piante delicate e coltivare piante che non resistono al gelo intenso. Oggi la scelta è ampia, ci sono molti modelli poco costosi che si montano e smontano in pochi minuti: in estate possono scomparire senza occupare spazio.

Le caratteristiche di base per scegliere bene
A prescindere dalla sua dimensione, la serra deve essere solida, resistente a vento e neve, facile e veloce da montare e smontare. Non sottovalutate il problema del peso della neve; se necessario arricchite la vostra serra in kit con una copertura in maglia metallica fine o con una struttura di pali che possano meglio sostenere il peso dello strato nevoso.

Non sottovalutate neppure il problema del vento e dei temporali. Gli eventi “estremi” sono ormai diventati la norma. Occorre quindi tutelarsi assicurando bene la serra al muro o a terra per evitare di vederla volare via in occasione di un forte temporale.

Quale modello utilizzare?
Esistono moltissimi modelli di serra in kit. In piccoli balconi conviene una serra ad armadio,
da appoggiare a una parete protetta e luminosa. In terrazzi grandi e giardini è meglio optare per una serra a casetta, di altezza tale da poter lavorare in piedi.

Valutate il tipo di copertura; quella in plastica retinata è molto più resistente agli strappi. Assicuratevi che i sistemi di apertura e chiusura siano sufficientemente pratici; non dimenticate che se l’ingresso è con un telo che va avvolto, occorrono sempre due mani libere per poter effettuare questa operazione. Pertanto, se prevedete che la serra sia aperta e chiusa spesso, per esempio perché contiene piante aromatiche o ortaggi che usate e raccogliete quasi ogni giorno, meglio optare per un modello con porta o con apertura centrale a zip, molto più pratica.

Arieggiate la serra aprendo le porte nelle ore centrali dei giorni di sole, per evitare che si crei all’interno un microclima troppo caldo e umido che favorirebbe muffe e marciumi. Nei modelli a casetta di maggiore dimensione è consigliabile la presenza di finestrelle a compasso la cui apertura può essere automatizzata con chiusura in presenza di una determinata temperatura esterna.

Gli accessori utili
Una piccola serra da giardino può essere accessoriata con ripiani e mensole e diventa un vero, accogliente rifugio, non solo per riparare le piante, ma anche seminare, fare talee, stivare materiali (vasi, innaffiatoi, sacchetti di terriccio e di concime, ecc.) e prendersi un momento di riposo immersi nel verde.

Sarà possibile dotare la serra di attrezzature quali un’illuminazione con lampade a luce diurna e un sistema di riscaldamento, indispensabile per specie tropicali come le orchidee. è consigliabile un impianto di irrigazione a goccia, governato da una centralina.

Il consiglio degli esperti GESAL
Le piante in serra vanno tutelate dalle infestazioni fungine, favorite dal clima mite, umido e poco arieggiato, e dai tipici parassiti che si moltiplicano in serra anche nei mesi invernali, come il moscerino bianco e la cocciniglia. L’impiego quindicinale alternato di due prodotti, Gesal Propolis e Gesal Gel di silice, aiuta a potenziare le difese naturali delle piante contro queste patologie. In presenza di lumache e chiocciole che hanno trovato rifugio e cibo in serra, utilizzate Gesal Polvere di roccia che crea un ambiente non favorevole a questi dannosi molluschi.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento