I fiori primaverili da balcone e da giardino, in vaso e in aiuola, ci aiutano a ritrovare il piacere dei ritmi naturali e ci offrono profumi e colori di primavera, segno del risveglio e del ritorno della bella stagione

 I giorni soleggiati di primavera invitano a pensare alla natura: i fiori primaverili da balcone e da giardino richiedono poche cure in vaso e in aiuola e in pochi minuti è possibile realizzare ciotole, vasi e cassette che regalano uno spettacolo incantevole.

 

Alcune regole di base per creare composizioni in vaso

 Per ottenere un risultato soddisfacente e durevole è utile conoscere alcune informazioni utili. I fiori stagionali di primavera sono commercializzati in piccoli vasetti: il trapianto va effettuato subito dopo l’acquisto, per ridurre al minimo il rischio di rapida disidratazione delle radici; è sufficiente lasciarli per un’ora al sole per provocare l’asciugatura del poco terriccio contenuto nel vasetto vivaistico. Anche per il trasporto occorre qualche attenzione: non lasciate a lungo i vasetti in auto, sotto il sole.

Il trapianto va effettuato in vasi e cassette di buona profondità, minimo 30 cm; il terriccio da usare deve essere preferibilmente del tipo per piante da fiore. Sul fondo del contenitore collocate uno strato di biglie d’argilla, che favoriscono il drenaggio dell’acqua evitando il marciume delle radici causato dall’eccessiva umidità.

 

Composizioni fiorite di lunga durata

Le piante stagionali hanno un periodo di bellezza che in genere è di 10-12 settimane; a partire da maggio, con l’arrivo del caldo, andranno sostituite con le stagionali estive. Potete quindi piantarle in gruppi fitti per ottenere un effetto spettacolare. In marzo e aprile conservate i vasi al sole, con il terriccio umido ma non fradicio, e asportate i fiori che appassiscono per rinnovare la vitalità delle piante e favorire l’apertura di nuovi boccioli. A questo scopo è necessario concimare ogni 10-12 giorni.

Le piante stagionali di primavera sono ottime anche collocate al piede di arbusti in vaso: il loro modesto sviluppo radicale non crea problemi di concorrenza nell’assorbimento del nutrimento, né problemi di spazio a livello delle radici.

 

Una buona scelta di piante dalla lunga fioritura primaverile

Ecco un elenco di piante stagionali primaverili che offrono ottimi risultati estetici e hanno un lungo periodo di fioritura; sono piantine semplici e allegre che si uniscono bene anche alla fioritura di tulipani , giacinti, narcisi, crochi e anemoni, i cui bulbi vanno piantati in autunno per ottenere la fioritura primaverile. È però possibile trovare queste bulbose già fiorite in vasetto per completare i vostri allestimenti in vaso,.

  •  Viole del pensiero. A fiore grande o piccolo (molto resistenti), fioriscono fino a maggio-giugno se, quando le giornate si fanno più calde, vengono tenute in ombra e con elevata umidità.
  • Primule. Il periodo di fioritura si prolunga fino a fine aprile. Accettano di essere piantate molto fitte per formare un piacevole tappeto colorato.
  •  Pratoline. Le varietà a fiore doppio, bianco o rosa, sono molto decorative ma occorre avere la consapevolezza che la fioritura non regge il caldo.
  •  Ginestrino (citiso). Bella pianta con brillante fioritura gialla, rimane interessante in marzo e aprile, poi i fiori scompaiono ma, se tenuta in ombra in estate e in serra in inverno, rifiorisce l’anno successivo.
  •  Campanule. Si trovano in commercio fiorite e sono molto decorative; le corolle possono sbocciare fino a giugno se sono in ombra fresca.
  •  Calceolaria. I bei fiori rigonfi e cavi, di colore giallo, arancione o rosso, temono il freddo: va tenuta in un luogo protetto finché c’è il rischio di freddi tardivi.
  •  Elleboro. Fiorisce fino ad aprile con belle corolle rosa, bianche o verdi; la pianta è perenne e se trova un posto fresco e umido in estate, rifiorisce l’anno successivo.
  •  Calendula. Fioritura instancabile, fiori vistosi e commestibili. Ottima pianta per ciotole miste anche con erbe aromatiche.
  •  Ranuncolo. I bei fiori grossi e sferici sbocciano quando il clima è fresco; in estate vanno in riposo.
  •  Mini-dalie. Pur essendo un fiore estivo, viene prodotto in serra con fioritura in primavera; ottimo ingrediente per composizioni miste.

Non dimenticate di completare le vostre composizioni di fiori stagionali con piccole edere o altre piantine da foglia, che arricchiscono piacevolmente l’insieme creando veri e propri mini-giardini anche in poco spazio.

 

Il consiglio degli esperti GESAL

Il trapianto va effettuato utilizzando il substrato Gesal Gerani e piante fiorite, che favorisce il rapido attecchimento delle radici.

Concimate le vostre composizioni fiorite con GESAL Concime Gerani e piante fiorite, ripetendo ogni 12-15 giorni in alternanza a Gesal Nutrimento con sangue di bue, per fornire alle piante una buona vitalità e ottenere di continuo la formazione di nuovi boccioli.

 

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento