Colori per l’inverno: fiori, frutti e bacche

Vasi e ciotole diventano spettacolari grazie a piante come pernettya, solanum, erica, cavolo ornamentale, hebe e altre bellezze per l’inverno.

Non abbandonate il balcone al grigio. Basta davvero poco per conservare il piacere di osservare la natura sotto i nostri occhi; uno spazio verde decorato bene, con piante che vivono il loro momento di bellezza nei mesi freddi, è anche un invito a uscire, a prendere una boccata d’aria osservando il miracolo di foglie, fiori e bacche che non temono il gelo.

Le viole del pensiero
Le viole sono una grande risorsa per vasi, ciotole e cassette durante la stagione invernale, quando vengono messe in vendita quelle che i tecnici chiamano “varietà invernali”: si tratta di varietà particolarmente resistenti al freddo, capaci di fiorire persino sotto la neve. Rendono bene in gruppi numerosi, scegliendo tra una vasta gamma di colori e di dimensioni delle corolle, che continuano a sbocciare fino alla tarda primavera.

Fiori e colori invernali
La camelia sasanqua fiorisce da ottobre in poi; il gelsomino giallo spesso apre i primi fiori a dicembre. I cavoli ornamentali rimangono bellissimi anche quando il freddo è intenso e decorano lo spazio esterno insieme a ciclamini e piante da bacca come la pernettya, dai frutti rosa, e la gaultheria, con bacche rosse. Anche la nandina ha grappoli di bacche rosse, mentre l’hebe (veronica) produce piccole spighe di fiori lilla di lunga durata anche nei mesi freddi.

L’importanza del fogliame sempreverde
Non fate mancare piante da fogliame: piccole conifere, aucuba variegata, osmanto e agrifoglio completano e arricchiscono le composizioni miste, non chiedono nulla: se il clima è molto umido non serve neppure innaffiare fino alla primavera. Basterà scuotere dalla neve, per evitare che il peso spezzi i rami.

Angoli di fascino con le bulbose pregermogliate
Create in balcone angoli graziosi componendo con fantasia vasi, cestini, innaffiatoi, decorazioni e oggetti; scegliete una posizione che sia visibile, se possibile, anche dall’interno di casa. Utilizzate le bulbose pregermogliate disponibili da novembre nei garden center: sono sul punto di fiorire, perfette per allestire composizioni che hanno già il respiro della primavera nel cuore dell’inverno. Crochi, muscari, giacinti e narcisi si accontentano di vasi piccoli; al sole si aprono rapidamente. Non chiedono altro che un po’ di acqua quando il terriccio è asciutto.

I giacinti, crochi e narcisi pregermogliati si possono rinvasare anche con altre piante (viole, ellebori, piccole conifere…) per creare composizioni invernali di lunga durata e con manutenzione zero, che offrono il piacere non solo di immaginare ma anche di vedere la primavera in largo anticipo sull’andamento della stagione. Un modo ottimo per non lasciarsi prendere dalla malinconia e vivere l’inverno in tutta la sua bellezza.

Il consiglio degli esperti GESAL
• Fate il vostro shopping di piante invernali per creare cassette e ciotole miste, utilizzando Gesal Terriccio Universale; non utilizzate mai terriccio vecchio proveniente da coltivazioni estive, perché è esaurito e può contenere parassiti o spore di malattie fungine.
• Concimate una volta al mese con Gesal Concime Liquido universale oppure inserire nelle cassette le pratiche fialette di Gesal Integratore in gocce Universale, che nutrono per 3-4 settimane conservando la fertilità del substrato.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento