L’arancia, così ricca di sapore e di proprietà utili, è anche un segno di buona fortuna, da usare per le decorazioni natalizie, nei pomander e altre idee

Un segno di vita, un regalo del sole mediterraneo: l’arancia è un frutto straordinario che alle proprietà alimentari importantissime aggiunge un sapore e un succo che ne hanno fatto uno dei frutti più coltivati in assoluto nel mondo, di poco sotto la mela, più che altro per ragioni climatiche. L’albero ha infatti bisogno di sole, di caldo e di buone irrigazioni per produrre un raccolto generoso.

Un frutto prezioso per la salute
L’arancia ha virtù terapeutiche molto accentuate; il succo contiene acido citrico e malico, zuccheri, vitamine A, B, C ed E, aminoacidi, pectine e sali minerali. Combatte influenze e raffreddori, ripristina l’equilibrio salino dell’organismo, protegge le pareti dei vasi sanguigni. L’essenza ricavata da fiori e frutti ha spiccate proprietà emollienti e calmanti. L’elisir di buccia d’arancia è l’ideale per combattere la debolezza, la malinconia, il nervosismo e la cattiva digestione: basta macerare per 3 giorni 30 g di buccia di un frutto maturo in 200 g di alcol a 60°, e prenderne un cucchiaino prima dei pasti. Le foglie d’arancia in infusione con il miele aiutano a combattere l’insonnia.

Decorare con le arance
I pomander sono arance ricoperte da chiodi di garofano infilati nella scorza: rilasciano in casa un profumo squisito e sono considerati augurali; raccogliete alcuni pomander in una larga ciotola da usare come centrotavola.

Le fette d’arancia tagliate sottili possono essere essiccate nel forno aperto a 40-60 °C per un paio d’ore; una volta ben secche possono anche essere verniciate con smalto trasparente. Utilizzate questa decorazione naturale per l’albero di Natale e per decorare i pacchetti dei regali. Potete anche utilizzare le fette essiccate per comporre ghirlande e altri oggetti decorativi abbinandole a stecche di cannella e stelle di anice, per diffondere intorno una squisita fragranza natalizia.

La ricetta: plumcake alle arance e cioccolato

Ingredienti
100 g di farina
80 g di fecola di patate
40 g di cacao
120 g di burro
150 g di zucchero
4 uova
la scorza grattugiata di 1 arancia
70 g di mandorle macinate
1 bicchierino di liquore all’arancia
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per decorare:
gelatina di albicocche
scorzette di arancia candita
zucchero in granella

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, poi lavoratelo con lo zucchero. Aggiungete quindi un uovo alla volta, la scorza d’arancia, il sale, il liquore, la farina setacciata con la fecola, il cacao e il lievito. Amalgamate con cura, poi unite le mandorle in polvere. Versate l’impasto nello stampo imburrato. Cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per circa 45 minuti. Sfornate, sformate e lasciate raffreddare su una gratella. Spennellate la superficie con gelatina di albicocche scaldata e cospargete con le scorzette d’arancia, preparata facendo sobbollire la scorza d’arancia privata della parte bianca e tagliata a filetti in uno sciroppo di acqua e zucchero in parti uguali: 100 ml di acqua e 100 g di zucchero, ed infine spargetevi sopra lo zucchero in granella.

Il consiglio degli esperti GESAL
Per la concimazione degli alberi di arancio si utilizza Concime idrosolubile Agrumi, la soluzione ideale per facilitare la crescita favorire la fruttificazione e migliorare il sapore di aranci, limoni, pompelmi, clementini, kumquat e mandarini, nelle coltivazioni in vaso o in piena terra. Grazie anche ai microelementi presenti aiuta a prevenire le più comuni carenze nutritive. È molto solubile ed è prontamente assorbibile dalle radici. Può essere utilizzato sia per innaffiatura al terreno, sia per nebulizzatore alle foglie, sia per distribuzione diretta al terreno.

Per ogni dubbio o quesito, Gesal può aiutarti: consulta ora i nostri esperti!

Lascia il tuo commento