Si suddividono in fagioli nani e rampicanti. Possono essere a baccello o da sgusciare per ottenere i semi. Il ciclo è precoce, semiprecoce o tardivo. I fagioli sono presenza positive nell’orto: garantiscono un raccolto generoso e arricchiscono il suolo di azoto. Amano i climi temperato-caldi, mentre temono le gelate tardive. Il terreno deve essere di medio impasto, organico, lievemente acido, profondo e ben drenato.

Messa a dimora

Miscelare al suolo GESAL Ammendante Stallnutrix. Assicurare buone innaffiature, soprattutto dalla fioritura alla maturazione del baccello, evitando i ristagni idrici. Fornire un sostegno ai rampicanti, che andranno cimati per stimolare la ramificazione. Si eseguono pulizie del suolo contro le infestanti e sarchiature per arieggiare il suolo.

Posizionamento

In clima caldo si semina a fine inverno, in clima freddo meglio attendere la primavera, tra maggio e giugno. Prima della semina, lasciare a bagno per una notte per favorire la germinazione. La distanza tra i semi sarà di 20 cm sulla fila per i rampicanti (80-100 cm tra le file), di 6-8 cm per i nani (40-60 cm tra le file). La raccolta si effettua fra luglio e ottobre, a scalare.

Annaffiatura e Concimazione

Può essere abbinato con bietole, lattughe e cavoli, rapanelli e rape. Evitare la vicinanza di agli, cipolle, piselli.

Malattie

E’ più sensibile ad attacchi di Afidi ed è da tenere sotto controllo per evitare Botrite e Ruggine.